Home
Finalità
Il Consiglio
Archivio eventi
Contatti

La pensione dell’odontoiatra: miraggio o realtà
(Dottor Luigi Mario DALEFFE)

Da almeno 30 anni la previdenza è un argomento al centro di dibattiti e polemiche in Italia. Dipendenti o lavoratori autonomi hanno visto il loro futuro a fine carriera cambiare colore, dalle prospettive più rosee alle tinte fosche, almeno una ventina di volte. Rimane, comunque, un argomento di cui si parla e si discute, ma in modo superficiale come se la non conoscenza ci autorizzasse a prospettive più rosee. Al contrario la conoscenza dell’argomento e delle opportunità potrebbe permetterci una adeguata valutazione sulle eventuali azioni da compiere per raggiungere quello che dovrebbe essere l’obiettivo di una previdenza personalizzata: una serena vecchiaia. Non si può certo in poche ore esaurire un argomento tanto vasto: sarebbe motivo di soddisfazione suscitare la curiosità di approfondire la conoscenza della propria situazione.

Analisi critica dell’Implantologia dai primi impianti macchinati ad oggi
(Dottor Massimo LORENZETTI)

Nella relazione vengono presentati casi clinici che analizzano in modo critico l’evoluzione delle superfici e delle morfologie implantari. Viene trattata l’eziologia e terapia delle perimplantiti con particolare riferimento alla morfologia implantare nella prevenzione di tali patologie.

Effetti di uno stent intraorale sugli eventi avversi collegati alla radioterapia
(Professor Gianfranco GASSINO)

Partendo dalle criticità riscontrate nei pazienti affetti da neoplasia del distretto cervico–facciale durante e dopo il trattamento radioterapico, è stato messo a punto un dispositivo intraorale individualizzato (o stent) con lo scopo di ridurre il volume di tessuti irradiati non affetti da tumore. Lo stent è stato confezionato per 20 pazienti sui quali sono stati rilevati degli indicatori di qualità della vita dopo la radioterapia e confrontati con i valori riportati da un gruppo di pazienti controllo. Grazie all’utilizzo dello stent si è osservata una riduzione statisticamente significativa del volume di tessuti irradiati non affetti da neoplasia. Nello specifico i dati sono relativi alla dose media erogata al cavo orale e alla percentuale media di volume irradiato da 30, 35 e 40 Gy. I vantaggi che offre questo dispositivo rispetto ad altri presenti sul panorama internazionale è l'assenza di uno scudo metallico al suo interno evitando l'effetto indesiderato del backscattering della radiazione. La rapidità di confezionamento del dispositivo, il costo ridotto e la notevole influenza positiva che esso ha sulla qualità di vita del paziente dopo la radioterapia rendono auspicabile una larga diffusione.

 
Convocazione Assemblea Annuale Soci GAO 2015  

Incontri culturali per l'anno 2019

  • 22 febbraio 2019
  • 03 maggio 2019
  • 28 giugno 2019
  • 20 settembre 2019
  • 22 novembre 2019

 

 
Scarica programma, profilo dei relatori e cedola di adesione. Scarica programma, profilo dei relatori e cedola di adesione.